Anche le lontre lasciano reperti “archeologici”

415
0
Share:

Anche le lontre lasciano reperti “archeologici”

Anche le lontre lasciano reperti archeologici – Le Scienze

Le lontre di mare (Enhydra lutris) sono gli unici mammiferi marini che sfruttano strumenti di pietra per rompere le cozze: possono usare una pietra per staccarle dal substrato, colpirle mentre le tengono appoggiate sul petto, o anche percuoterle direttamente sul substrato roccioso a cui sono ancorate.
Ora Jessica Fujii, Natalie Uomini e colleghi – che per dieci anni hanno studiato questo comportamento fra le lontre della California centrale – hanno scoperto che sui massi costieri usati come incudine dalle lontre ci sono tracce di queste operazioni che possono essere chiaramente distinte con tipiche tecniche archeologiche. Allo stato attuale, i ricercatori hanno identificato 77 rocce che mostrano questo particolare tipo di danno.
Nelle stesse aree, gli scienziati hanno trovato anche un gran numero di conchiglie di cozze con diversi modelli di rottura, che permettono di distinguere quelle rotte dalle lontre con le rocce da quelle rotte dall’essere umano o da altri animali.
Secondo gli autori – che firmano un articolo su “Nature Scientific Reports” – le tracce lasciate sulle rocce e sulle conchiglie potranno essere usate per identificare le precedenti aree di foraggiamento delle lontre marine e anche per aiutarci a capire l’evoluzione dell’uso dell’incudine di pietra, che è raro nel regno animale ed è estremamente difficile da osservare negli animali marini.
(Video cortesia Michael Haslam et al.)
Fonte:

Share:

Leave a reply