Bomarzo: Il parco dei mostri dove “vivono” creature …

Share:

Bomarzo: Il parco dei mostri dove “vivono” creature terrificanti

Questo slideshow richiede JavaScript.

E’ un luogo unico nel suo genere. Il Sacro bosco di Bomarzo, meglio conosciuto come ‘parco dei mostri’, a una ventina di chilometri da Viterbo, è un labirinto di simboli, un mondo onrico fatto di statue gigantesche e creature mostruose. La più famosa è la statua dell’orco, una grande testa dagli occhi sbarrati che terrorizza

(I Misteri di Bomarzo – Mega Production, youtube)

Progettato nel XVI secolo dall’architetto Pirro Ligorio, lo stesso della Villa d’Este a Tivoli, su commissione del principe Pier Francesco Orsini, il parco vuole rappresentare lo stile grottesco, con figure mitologiche come Venere, Nettuno, Pegaso. Dopo la morte del principe il parco fu abbandonato e restaurato dopo secoli.

(BOMARZO IL TURISTA – Il parco dei Mostri – YouTube)

Tante sono le architetture impossibili, come la casa inclinata o alcune statue enigmatiche che rappresentano, forse, le tappe di un itinerario di matrice alchemica
Scienziati, storici e filologi hanno fatto parecchi tentativi per spiegare il labirinto di simboli e hanno trovato temi antichi e motivi della letteratura rinascimentale, come per esempio il Canzoniere di Petrarca, l’Orlando Furioso di Ariosto e altri ancora.

(Mostri di Bomarzo Giardini alchemici percorsi di iniziazione origine degli illuminati — millepassi youtube)

Un’iscrizione su una colonna riporta la frase “Sol per sfogare il core”. Forse il parco era solo uno svago, nulla di più
Il parco dei mostri è aperto tutti i giorni con orario continuato. L’ingresso costa 10 euro (ridotto 8 euro)
Fonte:

————————————————————————-

Il mistero della Piramide Etrusca del parco dei mostri di Bomarzo
Nascosta tra la vegetazione, poco lontana dal Parco dei Mostri, la Piramide Etrusca è un luogo misterioso e affascinante
Bomarzo – comune del Lazio, in provincia di Viterbo – lo conoscono per il Parco dei Mostri, labirinto di simboli, gigantesche statue e mostruose facce. Pochi sanno che, qui, si trova anche una piramide etrusca.

il-mistero-della-piramide-etrusca-del-parco-dei-mostri-di-bomarzo

 

Nascosta tra i boschi, e avvolta dalla fitta vegetazione della Tuscia, la Piramide Etrusca (o Piramide di Bomarzo) ricorda – per la forma del suo tronco – gli altari religiosi. In realtà è una vera e misteriosissima piramide, la cui datazione è incerta e che molti chiamano “sasso del predicatore” o “altare piramidale”. Sita nella zona del Tacchiolo, un’area ricchissima di reperti appartenenti al periodo etrusco e a quello preistorico, la si può raggiungere da numerosi sentieri, che accarezzano anche abitazioni rupestri scavate dentro rocce megalitiche, altari, luoghi di culto, e persino un cimitero paleocristiano.

piramide-etrusca a Bomarzo

misteriosa, la Piramide Etrusca. E non si può non vederla, se si organizza una gita ai giardini di Bomarzo. Scoperta nel 1911, non è mai stata indagata in modo approfondito dall’archeologia ufficiale. Per lunghi anni, ecco dunque che questo luogo è stato completamente abbandonato. Fino al 2008, quando Salvatore Fosci ha deciso di prendersene cura, occupandosi della vegetazione e della manutenzione dei sentieri che lo raggiungono. E iniziando un intenso lavoro di “marketing”, per far conoscere nel mondo la Piramide di Bomarzo.
Per raggiungere la Piramide Etrusca, come riportato sul sito dedicato, bisogna raggiungere l’ingresso principale de La tagliata delle Rocchette (coordinate: 42° 30′ 17? Nord e 12° 15′ 60? Est), percorrerla tutta e, inoltrandosi nel bosco, seguire il sentiero più grande per circa a 400 metri, fino a raggiungere il doppio segnale in salita tra gli alberi. Si scorgerà a quel punto la piramide, con le sue due rampe di scale: salendole, si raggiunge l’ara maggiore da dove il sacerdote etrusco officiava i riti agli dei degli Inferi. Non è certo un percorso semplice da compiere da soli, questo. Ecco perché la soluzione migliore è quella di partecipare ad una delle escursioni guidate da Piramide-Etrusca e dalle altre realtà della Tuscia, che organizzano gite nei boschi attorno ai giardini di Bomarzo e passeggiata alla scoperta delle straordinaria piramide.
Fonte:

Share:

Leave a reply