Marte: Misteriosa Struttura Piramidale …

178
0
Share:

MARTE, misteriosa struttura piramidale fotografata dal Rover Cuoriosity nel Crater Gale

Antiche strutture ed edifici trovati su Marte, sembrano essere simili a molti dei siti archeologici che si trovano sulla Terra. È ancora più evidente che Marte e l’antico Egitto avevano una connessione diretta, questa volta una possibile pietra piramidale antica è stata fotografata dal rover Curiosity nella zona del Crater Gale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Come si può osservare dalle fotografie analizzate dal ricercatore UFO Paranormal Crucibe, nel primo piano qui sotto, abbiamo un artefatto che ha una forma piramidale perfetta con un’interessante incisione, sembra molto simile a un occhio.
A destra dell’oggetto possiamo vedere la faccia parziale di qualcuno che sbircia, questa è un’evidente pietra a forma di testa (una sfinge?) che è direttamente dietro la piramide o eventualmente attaccata ad essa. A causa della scarsa qualità dell’immagine raw (grezza) della NASA, il ricercatore Paranormal Crucibe ha dovuto elaborare il file raw e aggiungere un po ‘di colore ma l’artefatto nel suo insieme non è stato alterato, tutto nell’immagine elaborata è presente nei dati grezzi originali.
Alcuni anni fa Paranormal Crucibe ha scoperto un artefatto simile a una piramide su Marte (foto sotto) che è diventato rapidamente virale ed è stato raccolto da centinaia di agenzie di stampa in tutto il mondo.
Questo artefatto, secondo il ricercatore, era la pietra tombale di una struttura piramidale molto più grande che fu sepolta sotto la superficie di Marte, se fosse stata davvero un’antica piramide, allora chi l’ha costruita? Questo manufatto è comunque una pietra piramidale ben definitiva, e indica chiaramente che un’antica cultura che esisteva su Marte aveva credenze e usanze quasi identiche agli antichi egizi.
In quale altro modo potreste spiegare le chiare somiglianze nel design degli innumerevoli artefatti e oggetti che sono già stati scoperti? Chiunque con una mente ragionevole, arriverebbe alla stessa conclusione, eppure la NASA continua a tenere il pubblico nell’oscurità.
Fonte:

Share:

Leave a reply