Il distacco dall’Antartide dell’Iceberg …

127
0
Share:

Il distacco dall’Antartide dell’Iceberg più grande della Terra sull’ecosistema marino avrà effetti positivi

QUALI EFFETTI AVRA’IL DISTACCO DALL’ANTARTIDE DELL’ICEBERG PIU’ GRANDE DELLA TERRA SULL’ECOSISTEMA MARINO.

Il suo distacco dall’Antartide non è una novità, è un fenomeno naturale e quindi non è causato dall’aumento delle temperature registrato in questi mesi. Inoltre il fatto che la più grande massa di ghiaccio della Terra si stia spostando potrebbe essere una buona notizia per gli oceani e tutti gli esseri viventi. Ecco perchè.
La Comunità scientifica l’ha chiamato A23a e per comprendere bene quanto è imponente bisogna per forza fare un paragone. L’iceberg più grande del mondo è circa il doppio della superficie di Londra. Si parla di quasi 4000 Km² di area, mentre il suo spessore è di circa 400 metri. Il fatto che la più grande massa di ghiaccio del Pianeta si sia staccata dall’Antartide non deve far preoccupare perchè quel che è accaduto il 24 novembre del 2023 era già accaduto nel lontano 1986. Infatti A-23a si era già staccato 37 anni fa, incagliandosi poi nel fondale del Mare di Weddell, a Nord-Ovest e diventando di fatto un’isola di ghiaccio. E pensa poi che anche nel 2020 si registrarono i suoi primi movimenti, mentre solamente di recente ha aumentato la sua velocità di spostamento. Con molta probabilità potrebbe superare a breve la punta settentrionale della Penisola Antartica e potrebbe raggiungere l’isola di Joinville, uno dei punti più vicini all’estremo dell’America del Sud.
A osservare questo fenomeno naturale è stata l’organizzazione britannica British Antarctic Survey che ha che ha pubblicato sui social alcune immagini catturate dal satellite europeo Sentinel-1, di Copernicus (Agenzia Spaziale Europea e dalla Commissione Europea).
DI Mattia Giangaspero
FONTE 

Share:

Leave a reply