Un ufologo mostra due “cadaveri alieni”…

339
0
Share:

Un ufologo mostra due “cadaveri alieni” al Congresso messicano durante un’udienza: “Non siamo soli”

Si è svolto il primo incontro del Paese dedicato agli UFO, sul palco è salito anche Ryan Graves, ex pilota di combattimento che a luglio ha rilasciato la sua testimonianza davanti al Congresso degli Stati Unti.
“Non siamo soli in questo vasto Universo”, dice Jaime Maussan Flota, ufologo messicano, “in questo momento stiamo facendo la Storia”. È su un palco di fronte al Congresso messicano, ed è appena iniziata la prima udienza del Paese dedicata agli UFO. Negli ultimi anni sono aumentati gli avvistamenti di UFO, o meglio, di UAP , acronimo di fenomeni aerei non identificati (Unidentified Aerial Phenomena), o FANI fenomeni anomali non identificati, le definizioni scelte dagli esperti per smarcare gli avvistamenti dall’immaginario “pop”. E infatti per studiare meglio il fenomeno gli Stati Uniti hanno creato un dipartimento specifico interno al Pentagono chiamato “All-domain Anomaly Resolution Office”.
L’interesse non è tanto per gli omini verdi, il governo statunitense vuole monitorare i cieli per difendersi da eventuali attacchi stranieri e strategie di spionaggio. Eppure l’udienza in Messico si trasforma in qualcos’altro. Diventa un palcoscenico dove rilasciare dichiarazioni forti e mostrare “cadaveri alieni”. Maussan infatti ha esposto due reliquie: “Sono i corpi extraterrestri risalenti a più di mille anni fa, sono stati ritrovati a Cusco, in Perù, e sono già stati studiati dall’UNAM,l’Università Nazionale Autonoma del Messico utilizzando l’analisi del carbonio 14.” In realtà le analisi scientifiche avevano già confermato il Dna umano delle mummie di Nazca, eppure per Maussan ci sono prove sufficienti per dimostrare che esiste la vita extraterrestre, “dobbiamo avere il coraggio di accettarlo, siamo visitati da intelligenze non umane che vengono sulla Terra dalle profondità dell’universo, potremmo persino viaggiare verso altri universi.”
A cura di Elisabetta Rosso
FONTE:

Share:

Leave a reply