Il rapimento alieno di Onilson Patero

90
0
Share:

Il rapimento alieno di Onilson Patero

Uno dei casi più importanti di rapimento alieno in Brasile, è chiamato il Caso Patero. Ecco i dettagli.
Il caso del rapimento alieno di Patero, riguarda due episodi accaduti a un mercante di Catanduva, una città situata a 385 chilometri a nord-ovest di San Paolo, di nome Onilson Patero.
Secondo le informazioni, il primo è avvenuto nel 1973, mentre Patero stava viaggiando da Itajobi a Catanduva.
Era l’alba e i problemi di Onilson sono iniziati dopo aver dato un passaggio a uno sconosciuto. L’uomo, un giovane ben vestito, portavacon sè solo una scatola color oro e si chiamava Alex. Con i capelli biondi e ben curati, il ragazzo era alto circa 1,75 m. e aveva grandi occhi azzurri.
Dopo essere arrivato a destinazione, Alex avrebbe detto a Patero che un giorno sarebbe andato a trovarlo, ripetendo il suo indirizzo completo, prima di scendere dall’auto.
Il mercante ha proseguito il suo viaggio, ma pochi chilometri più avanti, il motore si è spento costringendolo a fermarsi sul ciglio della strada. Immediatamente Patero ha poi visto una luce intensa venire verso di lui e ha notato che questa rendeva trasparenti alcune parti della sua auto.
Poco dopo, la luce si trasformò in una specie di raggio azzurro e l’uomo vide che veniva da un oggetto volante di circa 8 metri di diametro che fluttuava a 20 metri da lui.
Terrorizzato, il mercante abbandonò l’auto e tentò di fuggire a piedi lungo la strada, ma fu presto raggiunto dal fascio di luce.
La mattina successiva, Onilson è stato svegliato da un agente di polizia che lo ha trovato sdraiato sull’asfalto e la cosa interessante, è che il suo corpo era completamente asciutto, nonostante una forte pioggia caduta pochi minuti prima.
Inoltre, dopo essere stato visitato in un ospedale di Catanduva, i medici hanno riscontrato la presenza di macchie verdastre sull’addome e sui capelli.
Il secondo rapimento
Nell’aprile del 1974 ha avuto luogo il secondo rapimento di Patero, un incidente che è stato indagato dal Dipartimento dell’ordine politico e sociale, il DOPS.
In quell’occasione, durante un viaggio di lavoro, l’uomo si trovava nei pressi di Guarantã, San Paolo, quando vide le stesse strane luci sulla strada.
L’auto di Patero è stata trovata abbandonata sulla strada e il commerciante è stato trovato solo sei giorni dopo da un contadino di Colatina, Espírito Santo, a più di mille chilometri da casa.
COSE DA NERD / MISTERO
Il rapimento alieno di Onilson Patero
Settembre 27, 2022 – by Marco Buoso – Leave a Comment
SHARETWEETPIN ITSHARE
Uno dei casi più importanti di rapimento alieno in Brasile, è chiamato il Caso Patero. Ecco i dettagli.
Il caso del rapimento alieno di Patero, riguarda due episodi accaduti a un mercante di Catanduva, una città situata a 385 chilometri a nord-ovest di San Paolo, di nome Onilson Patero.
Secondo le informazioni, il primo è avvenuto nel 1973, mentre Patero stava viaggiando da Itajobi a Catanduva.
Era l’alba e i problemi di Onilson sono iniziati dopo aver dato un passaggio a uno sconosciuto. L’uomo, un giovane ben vestito, portavacon sè solo una scatola color oro e si chiamava Alex. Con i capelli biondi e ben curati, il ragazzo era alto circa 1,75 m. e aveva grandi occhi azzurri.
Dopo essere arrivato a destinazione, Alex avrebbe detto a Patero che un giorno sarebbe andato a trovarlo, ripetendo il suo indirizzo completo, prima di scendere dall’auto.
Il mercante ha proseguito il suo viaggio, ma pochi chilometri più avanti, il motore si è spento costringendolo a fermarsi sul ciglio della strada. Immediatamente Patero ha poi visto una luce intensa venire verso di lui e ha notato che questa rendeva trasparenti alcune parti della sua auto.
Poco dopo, la luce si trasformò in una specie di raggio azzurro e l’uomo vide che veniva da un oggetto volante di circa 8 metri di diametro che fluttuava a 20 metri da lui.
Terrorizzato, il mercante abbandonò l’auto e tentò di fuggire a piedi lungo la strada, ma fu presto raggiunto dal fascio di luce.
La mattina successiva, Onilson è stato svegliato da un agente di polizia che lo ha trovato sdraiato sull’asfalto e la cosa interessante, è che il suo corpo era completamente asciutto, nonostante una forte pioggia caduta pochi minuti prima.
Inoltre, dopo essere stato visitato in un ospedale di Catanduva, i medici hanno riscontrato la presenza di macchie verdastre sull’addome e sui capelli.
Il secondo rapimento
Nell’aprile del 1974 ha avuto luogo il secondo rapimento di Patero, un incidente che è stato indagato dal Dipartimento dell’ordine politico e sociale, il DOPS.
In quell’occasione, durante un viaggio di lavoro, l’uomo si trovava nei pressi di Guarantã, San Paolo, quando vide le stesse strane luci sulla strada.
L’auto di Patero è stata trovata abbandonata sulla strada e il commerciante è stato trovato solo sei giorni dopo da un contadino di Colatina, Espírito Santo, a più di mille chilometri da casa.
Secondo Onilson, lui stesso sarebbe stato portato nuovamente all’interno della nave e oltre a incontrare nuovamente Alex, venne legato a una poltrona tramite braccialetti d’acciaio.
Inoltre Patero indossava una tuta ricoperta di fili metallici e un elmo con una specie di visiera e disse di essere stato esaminato da uomini che indossavano dei cappucci.
Questa volta il DOPS si è interessato alla storia e ha chiesto che le persone coinvolte fossero interrogate. Su richiesta dell’agenzia, i rapporti sono stati successivamente analizzati da Willi Wirtz e Max Berezovsky, due esperti di ufologia.
Berezovsky ha concluso che il primo incontro di Patero con gli alieni sembrava reale, mentre il secondo probabilmente no. Wirtz, a sua volta, ha concluso che nessuno degli incontri aveva effettivamente avuto luogo e che era tutta un’invenzione, ponendo fine alle indagini ufficiali.
Nel 2008 Onilson Patero è morto all’età di 75 anni a Catanduva, mantenendo la sua versione dei fatti.
FONTE:

Share:

Leave a reply