Scoperta la fonte di un lampo radio …

Share:

Scoperta la fonte di un lampo radio veloce isolato

Una schiera di 36 avanzatissimi radiotelescopi ha individuato per la prima volta l’origine di un singolo lampo radio veloce durato pochi millisecondi: è una galassia che si trova a 3,6 miliardi di anni luce di distanza da noi
Per la prima volta è stata individuata con precisione la fonte di un lampo radio veloce non ripetitivo: FRB 180924, questa è la sigla con cui è indicato, ha avuto origine in una regione situata a 13.000 anni luce dal centro di una galassia distante circa 3,6 miliardi di anni luce da noi.

Raffigurazione artistica della localizzazione del lampo radio veloce da parte di ASKAP (CSIRODr Andrew Howells)

L’identificazione è stata possibile grazie a un radiotelescopio interferometrico a 36 antenne – l’Australian Square Kilometre Array Pathfinder (ASKAP) – in grado di individuare con precisione la provenienza anche di impulsi di durata brevissima, come quelli dei lampi radio. La scoperta è illustrata in un articolo pubblicato su “Science”, a prima firma di Keith W. Bannister della Commonwealth Science and Industrial Research Organisation (CSIRO).
La localizzazione dell’origine del lampo è stata possibile solo grazie all’ampia distribuzione spaziale delle antenne di ASKAP, che si dispiegano su un’area di sei chilometri di diametro, e alla potenza di calcolo e precisione dei sistemi informatici di cui dispone: le differenze temporali nel momento in cui il segnale raggiunge le diverse antenne – sfruttate per triangolare la posizione del lampo – sono nell’ordine della frazione di miliardesimo di secondo.

Alcune delle antenne di ASKAP (CSIRO)

I lampi radio veloci (FRB, fast radio bursts) sono lampi improvvisi di impulsi radio della durata di alcuni millisecondi, identificati per la prima volta nel 2007. A oggi ne sono stati individuati 85, tutti – a parte due – manifestatisi in un singolo episodio. La durata estremamente breve del segnale rende estremamente difficile la localizzazione precisa della loro sorgente: finora si era riusciti a stabilirla, nel 2017, solo per uno dei due FRB ripetitivi, FRB 121102, che è risultato provenire da una galassia nana in cui vi è una buona attività di formazione di nuove stelle, frequenti lampi di raggi gamma (GRB) ed esplosioni di supernove.
Appena hanno rilevato FRB 180924, i ricercatori della CSIRO hanno allertato i colleghi del Keck Observatory nelle Hawaii, del Gemini South Telescope e dello European Southern Observatory del Very Large Telescope perché puntassero i loro strumenti verso la posizione individuata. Ciò ha permesso di individuare la galassia ospite e di stabilirne alcune proprietà: si tratta di una galassia di medie dimensioni in cui la formazione di stelle è ridottissima.
Queste radicali differenze fra le galassie ospiti, osservano gli autori, suggeriscono che ci possano essere due diverse popolazioni di “progenitori” all’origine dei lampi radio veloci, un’ipotesi che potrà essere accertata da future osservazioni di questi fenomeni. (red)
Fonte:

Share:

Leave a reply

Scelto Per Te: