Gli scimpanzé e l’arte dello scavo

65
0
Share:

Gli scimpanzé e l’arte dello scavo

Gli scimpanzé e l’arte dello scavo

Alcuni scimpanzé cresciuti in cattività si sono rivelati in grado di usare spontaneamente degli attrezzi per recuperare del cibo sepolto sotto terra, anche se non avevano mai osservato nessuno fare la stessa cosa
Gli scimpanzé sono in grado di usare spontaneamente strumenti per scavare del cibo sepolto, anche senza mai aver osservato un comportamento di quel tipo. La scoperta è di un gruppo internazionale di ricercatori diretto da R. Adriana Hernandez-Aguilar dell’Università di Oslo, in Norvegia, che firmano un articolo su “PLoSOne”.
Fra gli scimpanzé allo stato selvatico sono stati riferiti molte volte comportamenti complessi, come l’uso di bastoncini per catturare termiti o raccogliere del miele, e anche, di tanto in tanto, attività di scavo. Come si sia sviluppata questa capacità non è chiaro.
Hernandez-Aguilar e colleghi hanno condotto alcuni esperimenti su dieci scimpanzé che vivono in cattività nello zoo dell’isola di Kristiansand, in Norvegia, e che non avevano mai visto comportamenti di scavo.

Per raggiungere il cibo sepolto, gli scimpanzé hanno usato una varietà di comportamenti di scavo differenti (Motes-Rodrigo et al., 2019)

I ricercatori hanno scavato sei buche nelle quali hanno messo dei frutti, lasciandole aperte per un po’ in modo che gli animali si accorgessero del “regalo”. In un primo test hanno lasciato anche alcuni oggetti (bastoni e rami di varia forma e lunghezza) che avrebbero potuto servire per scavare mentre nei test successivi non ne hanno lasciato nessuno.
Nove dei dieci scimpanzé hanno scavato con successo la frutta sepolta, e otto di essi hanno scelto di usare gli oggetti invece di scavare a mani nude. Quando non trovavano oggetti utili nelle vicinanze, inoltre, gli animali hanno cercato nella boscaglia piccoli rami che potessero servire allo scopo, preferendo quelli più lunghi, e riutilizzando quelli che sembravano più adatti.
A seconda del punto in cui era stata sepolta la frutta, e del singolo esemplare, gli scimpanzé hanno adottato una varietà di comportamenti, usando gli
attrezzi per sondare il terreno, perforarlo, “martellarlo”, spalare e ingrandire il foro praticato. Gli autori hanno anche osservato alcuni scimpanzé che si alternavano nel lavoro di scavo, condividendo alla fine il frutto che erano riusciti a recuperare.
Questi risultati – avvertono in conclusione i ricercatori – sono suggestivi, tuttavia non possono essere estrapolati esattamente alle popolazioni selvatiche di scimpanzé né ai più lontani antenati dell’uomo: prima di poter trarre conclusioni definitive saranno necessarie ulteriori ricerche.
Fonte:

Share:

Leave a reply

Scelto Per Te: