Archeologia, uno studio avrebbe scoperto …

385
0
Share:

Archeologia, uno studio avrebbe scoperto una nuova regina egizia

Secondo uno studio dell’Università del Quebec ci sarebbe stato un caso di ‘diarchia’ che non era mai stato ipotizzato prima dall’egittologia.
Uno studio condotto all’Università del Québec a Montréal ha rivelato che probabilmente fra la morte di Akhenaton e l’ascesa al trono di Tutankhamon ci furono due misteriose regine, e non solamente una, che avrebbero governato insieme il regno egiziano. L’ipotesi sarebbe altamente rivoluzionaria, dal momento che non si era mai prospettato un caso di ‘diarchia’ nell’Antico Egitto. Le ultime scoperte di numerose necropoli hanno contribuito ad una rinascita dell’interesse nei confronti della storia antica dell’Egitto.
Due sovrane egizie hanno governato prima di Tutankhamon, lo rivelerebbe una ricerca

archeologia-scoperta-una-nuova-regina-egizia

Nel periodo interposto fra la morte del faraone Akhenaton e la salita al trono d’Egitto del “re bambino” Tuthankhamon (nel XIV secolo avanti Cristo), una regina non avrebbe governato da sola, ma affiancata da un’altra regina, dando così vita ad un sistema monarchico-governativo che non si era mai riscontrato nella storia dell’Antico Egitto: la ‘diarchia’.
A sostenere questa tesi è una storica dell’arte, Valerie Angenot, dell’Università del Québec a Montréal.
La studiosa afferma infatti che Akhenhaton avrebbe dapprima sposato una delle sue figlie Meritaton per prepararla alla successione, poi avrebbe associato al governo di Meritaton una delle sue sorelle, Neferneferuaton Tasherit. Le due avrebbero poi governato insieme sotto il nome unico di Neferneferuaton Ankhkheperure per tre o quattro anni. Questo spiegherebbe la confusione creatasi in cinquant’anni di convenzione che voleva che ci fosse soltanto una regina a governare in attesa che Tuthankhamon fosse pronto per farlo, o che comunque volesse governare al suo posto (le lotte di potere all’interno della famiglia reale erano abbastanza frequenti).
Ad avvalorare questa ipotesi c’è il preziosissimo e famosissimo tesoro della tomba di Tuthankhamon, scoperta nel 1922, che racconterebbe di come il re bambino avesse usurpato parte del tesoro funerario di una regina faraone di nome Neferneferuaton Ankhkheperure.
Le recenti scoperte che hanno riportato in auge la storia egizia
Recentemente ci sono state moltissime scoperte che hanno risollevato l’interesse globale sul magnifico passato dell’Egitto. Basti pensare al ritrovamento di una tomba ad Assuan che conteneva 35 mummie appena pochi giorni fa.
Ma anche alla sensazionale scoperta di una tomba di un sacerdote egizio vissuto più di 4.000 anni fa le cui pitture parietali sono state ritrovate in perfette condizioni ancora dotate dei colori originali e alla scoperta di un’altra necropoli contenente anche delle mummie di gatti, coccodrilli e scarabei, animali considerati sacri nell’Antico Egitto.
S.C.
Contributor
(Curata da Maurizio Ribechini)
Di: Luca Monetti
Fonte:

Share:

Leave a reply