“LA GRANDE SORELLA”, Il Confessionale

252
0
Share:

“LA GRANDE SORELLA”, Il Confessionale

Isabella Pilenga (nella foto in evidenza sono nel mio studio nella sede di FaCiviltò, dialogando con Emanuele)

In questo mio primo approccio editoriale nel sito del C.I.R. mi presento con un video molto interessante. Un dibattito avuto con Emanuele Nusca, Diplomato in Elettronica Industriale ma anche appassionato e stusdioso di diverse tematiche tra cui, per citarne alcune: Esoterismo, Spiritualimo, Olistica, Religioni, ecc..

Questo slideshow richiede JavaScript.

In questo focoso ed animato “duello” verbale con lui (nel senso buono del termine) si sono evidenziati molti punti interessanti e di convergenza e quindi si è creata tra di noi un ottima “sincronicita” su diversi temi affrontati; stati evolutivi della coscienza, la percettività sensoriale della mente e del cuore, l’olistica, la spiritualità,ecc..
Ora però vediamo il video, per far capire meglio ciò che ho appena detto ……
A seguire, in questo mio articolo, una breve presentazione di FaCiviltà
Faciviltà cambia e dal 2018 diventa un Ramo del “C.I.R.” Centro Italiano Ricerche, nel quale io rivesto un Importante Ruolo Isituzionale nella Presidenza.
Ma cambia anche tanto altro e la facilitazione di una nuova civiltà si manifesta sempre più eclettica, inafferrabile, sottile, guidata da impulsi incontrollabili nei vari ambiti sociali per favorirne i punti di forza al servizio della comunità e convertire i punti deboli.
Tutte le antiche e nuove profezie si sono avverate e oggi sono tutte presenti in contemporanea: quelle desiderabili, positive, luminose, quelle main stream, e quelle catastrofiste, quelle complottiste….
Ognuno sta sempre più creando la propria realtà da ciò che decide di credere.
Ed è una grande emozione trovarmi su una linea temporale in cui incontro per lo più donne, per lo più potentissime, per lo più con compiti importanti da svolgere sulla via del risveglio e più che mai sopravvissute ad un addestramento di vita oltre le frontiere del “possibile”.
I soci/membri arrivano e vanno per risonanza e progetto di anima, per il tempo che sarà, tutto si muove, descrivi una cosa e un attimo dopo è già cambiata!
Il processo di crollo della “Torre” è in grande accelerazione, come quello di rinascita, la nuova civiltà spinge per manifestarsi, registriamo risvegli ogni momento in questa nuova esperienza in cui è tutto da re imparare ed è anche tutto già insito.
Nuove visioni, nuove tecnologie, nuove comprensioni, nuove rivelazioni, nuove verità, nuovi strumenti, nuovi umani, nuove opportunità, infinite possibilità.
A volte mi chiedo confusa se anche io posso considerarmi co-regista di questa meraviglia è ancora troppo bello per comprendere quanto ognuno abbia messo il suo “esserci” non solo come operatori olistici che, forse, lo abbiamo fatto con maggiore intento o consapevolezza(?) ma parlo di ogni anima che ha camminato sulla terra che si è messa in gioco, che ha sofferto, tradito, perdonato, giudicato, percepito amore e orrore, universi sconosciuti, chi ha studiato e chi ha imparato viaggiando nell’oltre, chi si è adeguato, chi si è arreso, chi si è abbandonato, chi ha combattuto, chi ha assecondato il suo potere di luce, chi ha lucrato, chi ha donato, chi ha subito …
E ora come membro della tribù degli operatori olistici parlando ai miei colleghi di viaggio:
Grazie a tutti noi per esserci impegnati, è stata dura, per alcuni durissima!!
Complimenti per aver creduto oltre ogni logica di chi ci contestava e derideva, chi si è vergognato di noi che facevamo ciò che avevamo “firmato” in un contratto con l’infinito. Piangiamo le ultime lacrime di dolore per ciò che abbiamo vissuto e ringraziamo per averci concesso di sentirci ostacolati negati non riconosciuti per poter sciogliere in noi le memorie di negazione e non riconoscimento.
E ora facciamo spazio alla gioia che ci viene incontro, forse non vedremo più la distruzione che continuerà su altri piani e se la incontreremo sarà un incontro per noi e useremo i nostri strumenti invisibili ed efficaci per facilitare la trasmutazione del dolore in gioia e armonia. Forse qualcuno di noi lascerà questo piano e sarà sempre perfezione.
Isabella Pilenga
Sito FaCiviltà:
By : C.I.R. Centro Italiano Ricerche

Share:

Leave a reply

Scelto Per Te: