Nuove profezie sul 2019: l’Apocalisse arriverà il 28 Dicembre …

294
0
Share:

Nuove profezie sul 2019: l’Apocalisse arriverà il 28 Dicembre dopo l’inversione dei poli che creerà terremoti, tsunami ed eruzioni vulcaniche.

Mentre molti iniziano il 2019 con i classici buoni propositi del nuovo anno, c’è chi preannuncia Apocalisse, disastri naturali, avvistamenti UFO e devastanti bufere di neve
Sono i primi giorni del nuovo anno e nella mente della maggior parte delle persone scorrono i buoni propositi per il 2019: iniziare la dieta, smettere di fumare, bere di meno, essere persone migliori. Ma mentre molti iniziano il 2019 con il pensiero di un “nuovo me”, un uomo ha deciso di fare a meno del tradizionale attacco di positività da inizio dell’anno e sta invece contando i giorni che mancano all’Apocalisse. E se le sue profezie sono corrette, la fine del mondo avverrà più velocemente di quanto crediamo. Il 28 dicembre, per essere precisi. Almeno avremo quasi tutti i 12 mesi del 2019 da vivere.

Lo storico, investigatore e autore di libri sulle profezie, David Montaigne, si è guadagnato una certa reputazione come figura controversa e in passato ha già fatto una serie di bizzarre previsioni sul destino del mondo. Una volta ha persino sostenuto che l’Anticristo sarebbe ritornato sulla Terra nel giugno del 2016, attraverso l’ex Presidente statunitense Barack Obama. Nel suo libro del 2013, dal titolo End Times and 2019: The End of the Mayan Calendar and the Countdown to Judgement Day, Montaigne ha analizzato l’allineamento delle stelle e i testi biblici, che sostiene contengano i segreti sulla fine del mondo. Secondo la strana previsione, l’allineamento astronomico del prossimo dicembre innescherà una serie di eventi devastanti, inclusi tsunami, terremoti ed eruzioni vulcaniche.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Sul suo sito web scrive: “Il 21 dicembre del 2019, i sopravvissuti vivranno il primo giorno dell’inversione dei poli, quando l’intera superficie del pianeta andrà fuori posizione e si sposterà su strati più fluidi al di sotto della crosta. Nei giorni seguenti, questo causerà terremoti, maremoti e attività vulcanica, che distruggeranno quasi completamente ciò che rimane della nostra civiltà. C’è una montagna di prove nelle registrazioni storiche, geologiche e biologiche che dimostrano che queste inversioni dei poli sono già avvenute in passato. Persino la Bibbia le descrive più volte. Credo che vivremo un’altra inversione dei poli nella settimana dopo il 21 dicembre 2019, che peggiorerà ogni giorno fino a quando i disastri naturali giungeranno al culmine il 28 dicembre, il Giorno del Giudizio”.
apocalisse 2019Montaigne non è la prima persona a condividere simili idee per il 2019. Le profezie della mistica Baba Vanga anticipano un devastante tsunami e un violento meteorite sulla Terra, tra le altre cose. Un uomo americano, che si fa chiamare Noah (Noè in italiano) e che sostiene di essere un “viaggiatore nel tempo”, ritiene di essere tornato indietro nel tempo per portare grandi notizie per gli anni a venire. Le sue previsioni includono un aumento degli avvistamenti di UFO e una catastrofica tempesta di neve che distruggerà ampie fasce degli Stati Uniti. Le sue parole: “Gennaio 2019 vedrà un’enorme impennata di avvistamenti di UFO. Le persone li vedranno ovunque. Nel febbraio 2019, una grande tempesta di neve colpirà il Midwest, molteplici città saranno spazzate via da tempeste di neve. Sarà la più grande bufera di neve della storia”.
Se tutte queste “previsioni” si riveleranno esatte, possiamo attenderci un 2019 alquanto impegnativo.
Di Beatrice Raso
Fonte:

 

Share:

Leave a reply